Benelli Argo E Fluted

Per una completa spiegazione è necessario partire da lontano, spiegando il concetto di massa.
La massa di un corpo è la misura della sua inerzia, cioè della resistenza che il corpo oppone a tutte le variazioni del suo stato di quiete o di moto; analogamente (l’energia termica è equivalente a quella meccanica), quando in termodinamica parliamo di inerzia termica accade che la massa ci da la misura della capacità di un materiale o di struttura di variare più o meno velocemente la propria temperatura come risposta a variazioni di temperatura esterna o ad una sorgente interna che apporta calore o lo sottrae.
Questo vuol dire che a parità di calibro e di lunghezza una canna di maggior diametro (quindi con massa maggiore) sparerà meglio, di una di minore diametro perché più rigida e con un più regolare regime vibratorio; inoltre la canna di massa maggiore si riscalderà più lentamente e di conseguenza non subirà o subirà meno gli effetti negativi dell’eccessivo riscaldamento derivante dal susseguirsi degli spari (in primis l’apporto di calore viene dall’attrito dei proiettili).
A parità di tutte le altre condizioni, una canna di massa maggiore è più rigida e riscalda meno col susseguirsi dei colpi, sorprende quindi che a volte si affermi l’equivalenza nella rigidezza, a parità di diametro, tra una canna non solcata e una fluted, il tutto spesso coronato dall’affermazione che avendo la canna fluted una maggiore superfice radiante si ha una più rapida dissipazione del calore e quindi un minore riscaldamento della canna. Questa seconda affermazione non è del tutto priva di fondamento, ma dobbiamo ricordare che le solcature possono si aumentare la superficie radiante (di quanto dipende da quote, numero dei solchi e morfologia) però non è affatto detto che la più rapida dissipazione (di quanto è tutto da vedere) compensi in tutto o in parte la minore inerzia termica derivante dalla riduzione della massa operata con le solcature longitudinali.
Con ArgoE fluted avremo più rigidezza e minore riscaldamento a parità di massa rispetto a una canna di minore diametro, se poi la massa è qualche cosa in più e comunque sempre inferiore a quella di una canna “pesante” di pari diametro i vantaggi rispetto alla più leggera canna non solcata sono ancora maggiori. La canna fluted non è una canna “normale” con un certo numero di solchi, ma richiede una progettazione autonoma e un processo produttivo più complesso.

Scheda tecnica ARGO E FLUTED

Calibro .30/06 Springfield e .308 Winchester

Meccanica Chiusura geometrica con otturatore rotante, gruppo presa gas con pistone a corsa breve sistema ARGO Endurance

Carcassa In Ergal anodizzata nera opaca

Canna Crio da 47 cm con rigatura destrorsa a 4 principi diametro in volata mm 17,5; scanalature longitudinali di alleggerimento

Calcio e Aste In tecnopolimero con zigrino Air touch

L.O.P. 350 mm +/- 2 con calciolo corto mm modificabile a 360 mm +/- 2 mm con calciolo medio e a 370 mm +/- 2 mm con calciolo lungo

Calciolo Intercambiabile, anatomico in poliuretano

Nasello Intercambiabile in gel (montato medio, opzional basso e alto)

Piega al Nasello 44 mm

Piega al tallone 55 mm regolabile a 53,63,68

Sicura Trasversale, ambidestra con segnale in rosso di avviso arma pronta per lo sparo

Guardia-Grilletto Tecnopolimero anodizzato nero

Mire Mezza bindella da battuta in fibra di carbonio con inserti in fibra ottica, mirino in fibra ottica Easy Aim Argo E registrabile lateralmente e verticalmente, su richiesta, dotato di tunnel di protezione; fodero predisposto per montaggio basi tipo Weaver, Picatinny o a sgancio rapido

Caricatori prismatici estraibili da 4 colpi; caricatori da 2 o 5 colpi opzionali

Lunghezza mm 1.020 con canna da 47 cm

SKU: Argo E Fluted Category: